Molinetto, sigilli alla discarica

Discarica del Molinetto sequestrata a Cogoleto. Dopo mesi di attesa è arrivata la decisione del gip Bolelli che ha così accolto la richiesta dei pm Pinto e Cardona Albini.
La richiesta di discarica preventiva era stata avanzata durante l'incidente probatorio nell'ambito dell'inchiesta sulla turbativa d'asta per la gestione della discarica nell'area ex Stoppani, la fabbrica altamente inquinante che ha operato negli anni Novanta al confine tra Cogoleto e Arenzano. Sette le persone indagate fra cui il commissario nominato per la bonifica dell'area.
Secondo il gip dagli accertamenti del perito sono emersi "elementi di difformità tra il bando e quanto fatto, nonché insufficienze di indagine sulle caratteristiche geotecniche del sito, una contaminazione della cava e la necessità di messa in sicurezza".
Le persone indagate sono Cecilia Brescianini sub-commissario per la bonifica, il geologo dell'Arpal Canepa, il geologo Asplanato, Giovanni Ferro, tecnico privato che ha redatto il progetto di risanamento per conto della Riccoboni di Parma, i cui titolari Sergio e Marco Pancaldi sono iscritti nel registro degli indagati con il direttore generale Claudio Cabri. Le accuse a vario titolo sono turbativa d'asta, falso, abuso d'ufficio e reati in materia ambientale.

Il sequestro della discarica Molinetto, area ex Stoppani

Total votes: 0